• Lun - Ven 9:00 - 18:00

LVStudio header

 
Blog di informazione sul mondo della comunicazione e del digital marketing, con un occhio attento al web...

LVStudio header Mobile

 

Blog di informazione sul mondo della comunicazione e del digital marketing, con un occhio attento al web...

Tim Berners-Lee: privacy necessaria per democrazia digitale

«Sul web incombe minaccia del controllo»

Tim Berners Lee, il padre del web: «Occorre impedire che i dati personali e la privacy di ogni cittadino vengano violati».

 

Berners-LeeTim Berners Lee, il padre del web: «Occorre impedire che i dati personali e la privacy di ogni cittadino vengano violati».

Sul web incombe la minaccia del controllo politico ed economico. A lanciare l'allarme è stato il 'padre' di internet, Tim Bernes Lee, nella sua lezione agli ICT Days di Trento.


«L'indipendenza della stampa, della circolazione delle informazioni, è ciò che più garantisce la democrazia», ha spiegato. «In futuro arriveremo alle elezioni online» ma solo se i governi non vengono tentati «dall'usare internet per controllare o spiare i cittadini».

L'ESEMPIO DELL'EGITTO. Berners Lee ha portato ad esempio cosa è successo in Egitto quando la gente è stata disconnessa. «Il web può essere al contrario utilizzato per rendere ancora più libero il mercato e ancora più partecipativa la democrazia».
Da un punto di vista tecnologico, ha aggiunto, «internet è 'liquido' e si adatterà a tutti i cambiamenti politici e sociali del mondo. Quello che bisogna fare è adeguare e rendere sicuro il suo utilizzo con nuovi protocolli e una nuova governance, per impedire che i dati personali e la privacy di ogni cittadino vengano violati.

INTERNET SFRUTTATO TROPPO POCO IN ITALIA. Se utilizzato bene, il web dà una straordinaria opportunità che è in sé una rivoluzione: la possibilità di creare una vera e propria società globale organizzata dal basso e non più verticistica».

Berners Lee ha poi focalizzato l'attenzione sull'Italia, sostenendo che il nostro Paese (governo compreso) sfrutta poco il web.

IL M5S NON BASTA. L'esempio di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle è solo una goccia, un piccolo esempio che non sposta il quadro della situazione. Tuttavia in Italia, ha aggiunto, «cresce in modo esponenziale il numero di cittadini, un vero e proprio movimento che nasce dal basso, fatto soprattutto da giovani, che usa sempre di più internet. Sono convinto che presto anche qui ci sarà un e-governement come è avvenuto in Gran Bretagna. Grazie al web il sistema democratico non può che essere ancora più ampio e partecipativo».

PREMIO DA 1,2 MILIONI. A giugno Berners Lee è destinato a ricevere il primo 'Queen Elizabeth Prize for Engineering', un premio da 1 milione di sterline (1,2 milioni di euro) da dividere insieme con gli altri 'padri' di internet, gli statunitensi Robert Kahn, Vinton Cerf e Marc Andreessen, e il francese Louis Pouzin, considerati ingegneri visionari che hanno modellato la Rete e l'hanno portata al grande pubblico. «Utilizzzerò gran parte di questa somma per proseguire delle ricerche su nuovi progetti», ha concluso.

 

fonte: Lettera43.it

 

Abbiamo 30 visitatori online

Arts & Design Weblinks

Arts Blog
Un weblog dove trovare informazioni e curiosità legate all’universo dell’arte.
Designer Blog
Informazioni aggiornate, con la semplicità e la freschezza che solo una piattaforma blog può garantire.

Graphics Weblinks

AIAP
Sito ufficiale dell'Associazione italiana progettazione della comunicazione visiva.
Draft
Il Sito italiano per l'orientamento alla Grafica Pubblicitaria.
facebook_page_plugin

Questo sito usa i Cookie

Se navighi in questo sito web accetti l'uso dei Cookie. Per saperne di piu'

Approvo