• Lun - Ven 9:00 - 18:00

LVStudio header

 
Blog di informazione sul mondo della comunicazione e del digital marketing, con un occhio attento al web...

LVStudio header Mobile

 

Blog di informazione sul mondo della comunicazione e del digital marketing, con un occhio attento al web...

Oggi è il Mobilegeddon di Google. In Italia quasi nessuno è pronto al nuovo algoritmo per smartphone

mobilegeddon 2015Gli esperti di SEO, ovvero quell’insieme di tecniche per migliorare la visibilità dei siti sui motori di ricerca, la chiamano Mobilegeddon. La data è oggi, il 21 aprile 2015. L’evento è il primo cambiamento dell’algoritmo di Google annunciato ufficialmente dall’azienda.

Il motivo per cui viene atteso con ansia è perché il nuovo algoritmo farà in modo di valorizzare chi ha la versione mobile di un sito (responsive) ai danni di chi ha solo la versione desktop, e dunque su cellulare perde in rapidità di caricamento e usabilità. Nell’annuncio di febbraio Google dice che le modifiche avranno un «impatto significativo» sui risultati di una ricerca. «Abbiamo osservato una attività intensa già nelle ultime due settimane, una sorta di fase preparatoria del motore di ricerca a quanto avverà da domani - spiega Ale Agostini, amministratore di Bruce Clay Europe ed esperto di ricerca online -. Per quanto visto sinora, possiamo dire che ci saranno impatti anche sui risultati su desktop. In pratica, il nuovo algoritmo sovrarappresenterà rispetto a oggi la bontà della versione online. I primi dati per valutare i risultati effettivi li avremo venerdì, con una ricerca che prenderà in esame centinaia di siti».

Google ha messo a disposizione un tool, a questo indirizzo, per vedere se un sito è pronto o no per il mobile, e se dunque deve preoccuparsi o meno dal nuovo algoritmo. Si verifica facilmente che i siti italiani che dovranno correre ai ripari non sono pochi. Governo.it, ad esempio, risulta non essere adeguato perché «il testo è troppo piccolo da leggere, i link sono troppo vicini l'uno all'altro e l’area visibile su dispositivi mobili non è impostata», dice il Google. Guardando al Vecchio Continente, quella Unione Europea che ha preso di mira Google perché favorirebbe i suoi servizi ai danni della concorrenza risulterà penalizzata per le stesse ragioni del sito del Governo italiano. Vale lo stesso per la Banca centrale europea.

 

Cambiamenti nel ranking

L'algoritmo è il responsabile del ranking, cioè della classifica, dei risultati delle ricerche. Più un sito è posizionato in alto, prima appare nei risultati, garantendosi così un maggior numero di visite. L’intento del motore di ricerca è evitare che gli utenti finiscano su pagine web che vengono visualizzate male sui dispositivi che stanno utilizzando.

 

Novità solo per i dispositivi mobili

Il cambiamento nel ranking riguarda solo le ricerche effettuate su dispositivi mobili come gli smartphone, non con i tablet e i personal computer. Google ha visto aumentare molto di recente la sua raccolta pubblicitaria dal "mobile", quasi triplicata a 6,3 miliardi dal 2012, e questo ha spinto l'azienda a cercare miglioramenti nei servizi offerti nel segmento.

 

fonti: ilsole24ore.com, rainews.it

Abbiamo 35 visitatori online

Arts & Design Weblinks

Arts Blog
Un weblog dove trovare informazioni e curiosità legate all’universo dell’arte.
Designer Blog
Informazioni aggiornate, con la semplicità e la freschezza che solo una piattaforma blog può garantire.

Graphics Weblinks

AIAP
Sito ufficiale dell'Associazione italiana progettazione della comunicazione visiva.
Draft
Il Sito italiano per l'orientamento alla Grafica Pubblicitaria.
facebook_page_plugin

Questo sito usa i Cookie

Se navighi in questo sito web accetti l'uso dei Cookie. Per saperne di piu'

Approvo